Schifo e Lily Allen



Di questa cosa ho provato a parlarne anche su Facebook, ma forse lì le cose vanno troppo veloci e la mia riflessione si è persa nel flusso costante di stronzate; quindi provo a riproporla qui, dove rimarrà almeno un pochino di più.

Tutto parte dal video qui sopra: un video di per sé orribile anche per gli standard più bassi dello show businnes (peggio di così, forse, solo Snoop Dogg).

Però la cosa che mi disturba di più è che qui mi sembra esageratamente smaccata la presa per il culo del sistema consumistico e capitalista nei confronti del "consumatore" e in particolare del "consumatore femminile".

Video e canzone contestano la visione della donna-oggetto.
E come lo fanno? Esibendo delle donne-oggetto!

Per di più lo si spaccia come "sarcasmo", per difendersi da un ragionamento simile a questo che sto facendo.
Ora, la mia domanda: ma voi donne vi incazzerete mai sul serio e manderete a monte questo sistema di produzione, pubblicizzazione e commercializzazione del vostro corpo e del vostro ruolo? (Il video, in questo momento, ha 10.742.587 visualizzazioni su youtube, sigh)

A me tutto questo fa schifo. Sono bigotto? Sono retrogrado?

P.S. Vi risparmio la disamina del testo, idiota e triviale, e aggiungo che so bene che anche questo mio post di protesta solleva l'attenzione proprio sul messaggio che io vorrei criticare; per questo concludo ancora dicendo che è un messaggio schifoso e da rigettare.

2 commenti:

Chiara ha detto...

"ma voi donne vi incazzerete mai sul serio e manderete a monte questo sistema di produzione, pubblicizzazione e commercializzazione del vostro corpo e del vostro ruolo? "

bella domanda. quando ci provo mi accusano di essere fissata, esagerata, perfettina, vecchia dentro e pure un po' fascista (giuro, è successo).

il problema poi non è tanto che quel ruolo esista (se Lily Allen vuole fare una canzone così o Miley Cyrus farsi riprendere nuda a cavallo di una palla demolitrice deve essere libera di farlo) ma che sembri nel 90% dei casi l'unico possibile.

Giacomo ha detto...

il problema è che non è un ruolo che viene "scelto", ma viene "progettato e imposto" solo a fini commerciali, è quello che a me non va giù.

Siamo ormai al livello di questa gag di Bill Hicks: Corpo nudo = messaggio pubblicitario, senza un vaglio critico, connessioni logiche o altro.
http://www.youtube.com/watch?v=vrkHslOfZ7k